Sistemi elettorali

Archive for marzo 2012

Presidenzialismo parlamentare

leave a comment »

 Presidenzialismo parlamentare

L’ imprevisto governo dei tecnici ha riaperto tutti i giochi, ivi incluso quello (necessarissimo) della riforma elettorale. Difatti i maggiori partiti (Lega esclusa) si stanno già incontrando per accordarsi su una nuova legge per votare. Ma dai primi incontri sono emerse soltanto, per ora, stramberie che anch’ io stento a capire. Aspettando idee migliori, è tempo di realizzare che noi abbiamo già sviluppato e stiamo già praticando un costituzionalismo anomalo che dirò «presidenzialismo parlamentare». Che non ha bisogno di essere spiegato ai lettori del Corriere perché questa formula trova nel mio collega Angelo Panebianco un inventore di straordinaria perseveranza e bravura. Il che mi consente di entrare subito in argomento. Ripartendo dall’ inizio, noi abbiamo una costituzione parlamentare «pura» il cui difetto di nascita è di essere nata nel 1948 e quindi con la paura del «troppo potere» (uscivamo da una dittatura e già si intravedeva, nel Pci, un temibile partito comunista). Questo difetto di nascita non ha creato problemi finché è durata l’ egemonia democristiana; ma con la sua fine è presto diventato evidente che il nostro era un potere di governo troppo debole. Difatti il grosso dei nostri costituzionalisti da gran tempo suggerisce due rinforzi: l’ adozione del voto di sfiducia costruttivo vigente in Germania (un governo non può essere rovesciato se non è già concordato il nuovo premier) e, secondo, l’ attribuzione al premier del potere di cambiare sua sponte i ministri del suo governo. Io e molti altri si accontenterebbero di queste due piccole e semplici riforme. Ma Panebianco e il gruppo al quale appartiene persegue da tempo un altro disegno: quello di trasformare il nostro sistema parlamentare in un sistema di potere presidenziale diretto e pressoché incontrollato (molto più forte del presidenzialismo americano, perché non sarebbe intralciato dalla divisione dei poteri tra esecutivo e legislativo). Non posso illustrare qui l’ intero disegno; basterà ricordarne qualche aspetto. Intanto, uno spauracchio: attenti, rischiamo di perdere il nostro bipolarismo. Ma questa perdita non dipende, se avviene, dal sistema elettorale (maggioritario o proporzionale che sia) ma semmai dalla frammentazione-polverizzazione del sistema partitico. Secondo, la dottrina del ribaltone. Un reato che non è contemplato da nessun sistema parlamentare, perché la caratteristica di questi sistemi è, appunto, la loro flessibilità e cioè di consentire cambiamenti di governo e di maggioranze. L’ ultima trovata, la più recente, è di conferire al premier (togliendolo al capo dello Stato) il potere di sciogliere le Camere. Una proposta che mi sembra inaccettabile, visto che darebbe al premier un potere sui parlamentari che è davvero uno strapotere. Tutta questa deriva verso un presidenzialismo (anzi un iperpresidenzialismo), che non è disciplinato né dalle regole del sistema parlamentare né dai vincoli del presidenzialismo americano, si riassume nel colpo di mano (avallato a suo tempo senza fiatare dal presidente Ciampi) che introdusse il nome del candidato premier sulla scheda elettorale. Per ora non è successo, ma un qualche futuro candidato potrebbe sostenere che il capo dello Stato non interviene più nel processo di nomina. Lui è già eletto capo del governo dal voto popolare e poi potrà governare vantando di essere direttamente eletto e voluto dal popolo. Un vanto infondato (il suo nome non è scritto dal votante e la scheda nemmeno consente cancellazioni). Mi auguro che il prossimo sistema elettorale cancelli anche questa pericolosa birbonata.

Sartori Giovanni

http://archiviostorico.corriere.it/2012/febbraio/26/PRESIDENZIALISMO_PARLAMENTARE_co_9_120226075.shtml

Written by sistemielettorali

27 marzo 2012 at 16:26

Pubblicato su Attualità, elezioni, sistemi elettorali

Tagged with

Perchè il no alla tav

with one comment

Tutto iniziò con il corridoio Lisbona-Kiev.

Oggi non se ne parla quasi più, ma la TAV ai tempi ci fu somministrata propagandando il leggendario corridoio V Lisbona-Kiev che avrebbe dovuto collegare est e ovest dell’Europa.
Anche oggi il Governo sostiene che non fare la TAV isolerebbe l’Italia dal resto del continente europeo. Non si spiega però il perché, né con numeri, né con qualcosa che non rischiami l’identità nazionale.

Citando alcune affermazioni di eminenti studiosi esperti del ramo (Marco Ponti), cominciamo col dire che:

La nozione di corridoio è assolutamente ragionevole al fine di garantire che le scelte di investimento dei diversi Paesi interessati siano coerenti (per esempio, per evitare che un Paese costruisca una ferrovia verso un valico mentre il Paese confinante realizza un’autostrada). Detto questo, i “corridoi” non hanno in sé senso funzionale. Infatti i traffici che li interessano sono per il 95 per cento interni ai Paesi coinvolti, quindi non transfrontalieri. I problemi eventuali dei traffici di lunga distanza sono in grandissima parte generati dalla congestione sulle reti regionali (il passante di Mestre nel caso del Corridoio V) e dunque la loro soluzione passa per miglioramenti nelle reti regionali. Ma i traffici di transito non giustificano di per se stessi investimenti “interni” ai singoli Paesi.
Il traffico passeggeri di lunga distanza, oltre che essere esiguo rispetto ai movimenti interni a un Paese o a una regione, si muove e si muoverà in aereo. Oltre i 500 km neppure le ferrovie ad alta velocità sono competitive con l’aereo, soprattutto in un contesto liberalizzato, cioè con tariffe “low cost” e non più con le attuali tariffe delle iperprotette compagnie di bandiera che ancora dominano l’offerta per questo tipo di utenza.
I traffici merci di lunga distanza sono anch’essi esigui e tali rimarranno: il Portogallo e l’Ucraina avranno comunque scambi modesti in volume. Per questo traffico la ferrovia è la soluzione ideale (anche per ragioni ambientali). Ma per i servizi ferroviari merci la velocità non è un requisito (si veda il successo delle ferrovie statunitensi, con velocità commerciali di trenta km/h). Gli itinerari possono essere i più svariati e i costi aumentano in modo non proporzionale alla distanza. Inoltre, sull’asse Lisbona-Kiev l’alternativa marittima è fortemente competitiva a quella ferroviaria.
I traffici “di breve distanza” cioè “transfrontalieri” sulla intera estensione di un corridoio sono certo molto più consistenti. Ma ciò costituisce proprio la smentita funzionale del corridoio. Sono traffici consistenti tra ogni coppia di Paesi, in ogni direzione: per l’Italia anzi dominano i traffici nord-sud, ortogonali a quelli del Corridoio V. Meglio sarebbe quindi considerare l’opportunità di realizzare “maglie” europee imperniate sui singoli Paesi, anziché su “corridoi”.

I numeri

Il progetto Tav Torino-Lione si compone di tre parti. Quella al centro dell’attenzione in questi giorni è solo la tratta di valico o parte comune italo-francese, di 79,5 km. Quasi interamente in galleria (64 km), collegherebbe St. Jean de Maurienne in Francia e Bussoleno in Piemonte.
In queste due località vi sarebbe la connessione con la linea storica, almeno finché le tratte tra Bussoleno e Torino e tra St. Jean e Lione non saranno completate. E qui si può fare la prima osservazione: date le caratteristiche del progetto, la parte di valico sarà fruibile solo quando sarà del tutto completata, cioè secondo le previsioni ufficiali, tra il 2018 e il 2020. Quanto è lecito che sia differita la disponibilità di un’infrastruttura per continuare a definirla strategica? E quale ritardo nel completamento dei lavori è tollerabile per la strategicità, tenendo conto che i tempi di realizzazione sono nella maggior parte dei casi molto più lunghi di quelli previsti?
Quale domanda di traffico

Secondo le stime del Gruppo di lavoro intergovernativo italo-francese , lo stato della domanda di traffico sulla tratta ferroviaria Torino-Lione (nel 1997) era così riassumibile: 10,1 milioni di tonnellate di merci e 1,3 milioni di passeggeri per anno, di cui il 60 per cento in transito notturno.
Nel 2004 il traffico merci è sceso a 8,5 milioni di tonnellate/anno. Il traffico passeggeri era irrisorio.
Nel 2009, l’insieme del traffico merci dei due tunnel autostradali del Frejus e del Monte Bianco è sceso  a 18 milioni di tonnellate, come nel 1988, cioè 22 anni fa. Il traffico merci del Frejus, nel 2009, è stato di 10 MT, come nel 1993; quello del Monte Bianco si attesta addirittura ai livelli degli anni ’70. La punta massima si è avuta tra il 1994 ed il 1998: da allora i due tunnel hanno perso un terzo del traffico. Questo dimostra che non c’è ragione di costruire delle nuove infrastrutture.
Parlando solo di traffico ferroviario, nel 2009, al traforo del Frejus, il traffico merci della ferrovia esistente è sceso nel 2009 a 2,4 milioni di tonnellate (MT). Si tratta di poco più di un decimo del traffico di 20 MT che erano previsti all’orizzonte del 2010, dalla dichiarazione di Modane dei ministri dei trasporti italiano e francese.

I sostenitori del progetto dicono che, con la realizzazione del progetto Av, e mantenendo la tassa sui camion, la domanda potrebbe arrivare fino a 21,1 Mtonn/anno. Su queste previsioni di domanda bisogna, però, fare la tara: non tengono conto che la domanda tende a crescere in valore, ma non altrettanto in peso.
La capacità della nuova linea sarebbe di 40 Mtonn/anno, da aggiungere alle 10 della linea storica così com’è o delle 20 della linea storica potenziata. Inoltre, si sta raddoppiando la linea ferroviaria costiera con la Francia, che non è molto distante dalla Val di Susa. Si realizzerebbe, dunque, un’opera per far rimanere inutilizzata dal 58% al 65% della capacità.
Sempre secondo le stime del Gli, l’opera non contribuirebbe a uno spostamento “spontaneo” di traffico dalla strada alla rotaia, che rimarrebbe intorno al 39% del totale, contro il 38% del 1997: gli aumenti di traffico sulla linea ferroviaria Torino-Lione si avrebbero a scapito di altre linee ferroviarie. I benefici ambientali (aggregati) e di decongestionamento delle arterie stradali sarebbero nulli o vicini allo zero. Dunque, la strategicità non sta nel cambio modale.
Del resto, ponendo vincoli “a termine” molto stringenti sulle emissioni dei camion si potrebbe ottenere un risultato migliore dal punto di vista ambientale attraverso il progresso tecnico dell’industria motoristica.


I costi e i finanziamenti

Un’altra analisi di Marco Ponti, aggiornata alle ultime novità.
Dopo due decenni, ecco il colpo di scena: il progetto è “fasizzato”: all’inizio si costruirà di fatto la sola galleria di base. Il completamento della linea avverrà probabilmente in funzione della reale crescita del traffico, e lo stesso Sole-24Ore, grande sostenitore fino ad ora del progetto originale senza “se” e senza “ma”, prospetta che non si farà mai. Non è difficile crederlo: le previsioni ufficiali di traffico mettono in luce da molti anni che si tratta di un progetto essenzialmente dedicato alle merci, e le parti escluse dal progetto non apportano particolari vantaggi a questo tipo di traffico, almeno sino a quando non raggiunga livelli comparabili alla potenzialità residua della linea esistente.
I costi del progetto che interessa l’Italia di fatto sarebbero solo quelli della sezione transfrontaliera della tratta internazionale, che è poi l’unica che l’Europa forse contribuisce a finanziare. Si tratta di circa 8 miliardi (usiamo valori un po’ approssimati, perché si tratta comunque di preventivi). Se l’Europa ne mette due, alla Francia ne toccheranno due e mezzo, e all’Italia 3 e mezzo. Un bel risparmio, rispetto a costi italiani del progetto originale con caratteristiche di alta velocità, che erano dell’ordine degli 11 miliardi (sempre se l’Europa ne avesse messi 2).
Ma il drastico ridimensionamento è una cosa buona? No, se la riduzione dei costi fosse inferiore alla riduzione dei benefici.
Non pare proprio, però, che la riduzione dei costi sia minore di quella dei benefici. Abbiamo fatto alcuni conti molto semplificati, basati su un modellino sviluppato da chi, da anni, propone invano un’articolazione del progetto per fasi, in funzione della domanda.
Vediamo cosa significa la tabella dei risultati: per fare un confronto, dai costi del progetto originale (Nltl) sono stati eliminati quelli, tutti francesi e invarianti, della tratta Av Lione-Chambery. I costi detti “fasaggio” sono una stima dei costi economici totali del progetto attuale, inclusivi dell’esercizio e di altre voci specifiche delle analisi benefici-costi, su cui qui non è possibile entrare nei dettagli.
A fronte di una diminuzione di costi (attualizzati) di (14,7 – 10,1) = 4,6 miliardi, si avrebbe una diminuzione di benefici, sempre attualizzati, di (9,1 – 7,3) = 1,8 miliardi; beninteso a fronte di un esercizio ferroviario volto a saturare la potenzialità delle linee di adduzione alla rete nazionale, che già oggi costituiscono i principali “colli di bottiglia del sistema”, senza impegnarla con i previsti servizi navetta per il trasporto degli autocarri, poco efficaci in termini sia di chilometraggi evitati, sia di peso utile trasportato.
Anche se il rapporto fra benefici e costi resta deficitario, ne consegue comunque un beneficio netto per la collettività di (4,6 – 1,8) = 2,8 miliardi. Se poi ci si aggiungesse il costo-opportunità dei fondi pubblici, (“Compf” nella tabella), data l’assoluta irrilevanza dei ricavi netti del progetto, il beneficio per la collettività del passaggio alla versione “low-cost” aumenterebbe ancora, ma anche qui non ci dilunghiamo.
Sembrerebbe un’ottima decisione, dunque. Ma forse i calcoli su cui si basa, certo meno ottimistici di quelli ufficiali, sono sbagliati. E qui sorge il problema maggiore: perché non sono stati presentati i calcoli ufficiali sui quali si fonda la nuova decisione, pure così drastica? Forse risultavano motivazioni ancora più solide. Oppure, al contrario, negative (risparmi inferiori alla perdita di benefici), e solo la scarsità di fondi ha determinato una scelta così importante. Ma non è dato saperlo.

Altre critiche ufficiali

Le due perizie più autorevoli fatte sulla Torino-Lione sono quella commissionata dal Ministro dei Trasporti francese a Christian Brossier ed ad altri due esperti del Conseil Général des Ponts et Chaussées, e resa pubblica a maggio 1998. Vi è poi quella del cosiddetto “audit” sui grandi progetti ferroviari, commissionato dal Governo francese al Conseil Général des Ponts et Chaussées, presentata a maggio del 2003: entrambe hanno stroncato decisamente il progetto. In Italia non è mai stata fatta una analoga verifica.
Il rapporto Brossier dice che “occorre attendere l’evoluzione del contesto internazionale e particolarmente in Svizzera ed Austria, prima di intraprendere un nuovo traforo sotto le Alpi”; che il nuovo tunnel per il TGV e l’autostrada ferroviaria sulla Torino-Lione “non sono una priorità”, e che “conviene intervenire sulla linea esistente”.
Nell’audit realizzato nel 2003 dal Conseil Général des Ponts et Chaussées sui progetti di grandi infrastrutture ferroviarie, la stroncatura della Torino-Lione, sotto tutti i punti di vista, è ancora più netta. Le proiezioni presentate da LTF vengono giudicate inattendibili. L’audit rileva che “la capacità di trasporto dei nuovi itinerari svizzeri si collocherà tra 40 e 65 MT all’anno, e che saranno in netta concorrenza con gli itinerari francesi”. Sviluppando diverse simulazioni, conclude che nell’orizzonte ventennale del 2023 “al Frejus passerà un traffico nettamente inferiore (!) a quello del recente passato e che la Lione-Torino sarà ininfluente nel rapporto gomma/rotaia ma, al massimo, si limiterà a catturare un traffico che sarebbe transitato non per i tunnel autostradali del Frejus e del Monte Bianco, ma per le ferrovie svizzere”.
L’audit non fu posto in votazione perché i deputati della regione Rhone Alpes minacciarono di ritirare l’appoggio al governo.
Una ricerca svolta all’Università di Siena da M. Federici e continuata da M.V. Chester e A. Horvarth sottolinea che “Il trasporto ferroviario è peggiore del trasporto stradale per le emissioni di CO2, particolato ed SOx, mentre sono confrontabili i valori di altre specie gassose. Il TAV mostra valori sistematicamente peggiori del trasporto ferroviario classico e la causa è da ricercarsi nella eccessiva infrastrutturazione del TAV e nella eccessiva potenza dei treni: un TAV emette il 26% di CO2 in più rispetto ad un treno classico ed il 270% in più rispetto ad un camion. Quindi da un punto di vista energetico ambientale il trasferimento delle merci dalla gomma al TAV non trova nessuna giustificazione. Questi risultati, relativi al tratto Bologna-Firenze, sono assolutamente applicabili anche al progetto della Val di Susa, in entrambi i casi si tratta di opere assolutamente sproporzionate ed ingiustificate rispetto al carico di trasporto che possono avere.”
http://osasapere.it/blog/2011/08/17/150-ragioni-tecniche-contro-il-tav-insostenibilita-dei-costi/

Infine, tanto per capire come viene condotta un’analisi…

Remy Prud’homme, economista, professore emerito di Economia all’Università di Parigi, che si è interessato delle linee ad alta velocità francesi, ha valutato anche il progetto della Lione-Torino nel maggio 2007, giungendo alla conclusione che la linea comporterebbe uno spreco di circa 19 miliardi di euro per la tratta internazionale, anche quando si accettino il punto di vista dei proponenti sui cosidetti benefici esterni dell’opera.

Il traffico

Oggi, il traffico passeggeri fra Torino e Lione che si distribuisce fra i tunnel stradali del Monte Bianco e del Fréjus e quello ferroviario del Moncenisio è pari a circa 2,5 milioni di persone l’anno. Il traffico merci assomma a 37 milioni di tonnellate e avviene prevalentemente su strada (1,5 milioni di mezzi pesanti per anno a fronte di un traffico ferroviario pari a 220mila vagoni). Negli ultimi dieci anni il traffico su strada è rimasto invariato, quello ferroviario è diminuito del 25 per cento.
Quale potrebbe essere il traffico della linea alta velocità nei prossimi trent’anni? Dipende da numerosi fattori: dalla crescita economica di Francia e Italia, dalla relazione fra crescita e domanda di trasporto, dal prezzo degli spostamenti e da altre condizioni di contorno.
Ipotizziamo che, per quanto riguarda i passeggeri, la nuova linea attragga il 50 per cento del traffico esistente e che faccia emergere un “traffico indotto” pari al 30 per cento di quello attuale: si determina così un traffico di 2 milioni di passeggeri all’anno. Per quanto concerne le merci, ipotizziamo che la linea Av attragga un quarto del traffico attuale e generi un traffico aggiuntivo pari al 10 per cento di quello esistente: si avrebbe così un flusso di 13 milioni di tonnellate. Si tratta di una stima generosa: in Francia il Tgv è un concorrente temibile dell’aereo, ma non dell’auto e non si danno casi di nuove linee ferroviarie che abbiano attratto quote significative di trasporto merci su gomma. Ipotizzando un tasso di crescita del 2 per cento all’anno, a 25 anni dall’apertura della linea Av si avrebbero 3,3 milioni di passeggeri e 21,3 milioni di tonnellate di merci.

I benefici per gli utenti

Il risparmio di tempo per i passeggeri con la linea Av può essere stimato pari a 2 ore, equivalenti a 4 milioni di ore per anno. Assumendo pari a 17 euro il valore di un’ora, si determina un beneficio annuo di 59,5 milioni di euro. Per il trasporto merci, ipotizzando un analogo risparmio di 2 ore per transito e un valore del tempo di 31 euro per ora, si stima un beneficio annuo di 28,7 milioni. Considerando anche il surplus del traffico indotto si ha un beneficio economico complessivo pari a 106,7 milioni di euro l’anno.

Le esternalità

Per quanto concerne l’inquinamento atmosferico, il costo ufficiale delle esternalità è pari a 0,1 euro per 100 auto-km e a 0,6 per 100 veicoli pesanti-km. Ipotizzando, assai generosamente, che la percorrenza su strada evitata sia pari a mille km per veicolo si determina una riduzione dei costi esterni pari a 1,35 milioni di euro per le auto e a 2,78 milioni per i veicoli pesanti. Tali valori vengono incrementati rispettivamente del 10 e del 110 per cento per la tratta (circa 100 km) percorsa nelle vallate alpine. Il beneficio in termini di riduzione di inquinamento atmosferico è quindi di 4,4 milioni di euro per anno.
Facendo ancora riferimento ai dati ufficiali, si può inoltre stimare un beneficio di circa 10 milioni di euro per la riduzione delle emissioni di Co2. Il beneficio in termini di riduzione degli incidenti stradali è dell’ordine dei 16 milioni di euro.
Oltre a tali ricadute positive in termini di impatto ambientale e di sicurezza occorre considerare la riduzione della congestione stradale? La risposta è negativa. L’attuale livello di traffico nei tunnel del Fréjus e del Monte Bianco è largamente inferiore alla capacità, si può dunque prevedere che anche in presenza di una sua crescita del 2 per cento nei prossimi venticinque anni, il traffico nei trafori continuerà a svolgersi con un buon livello di fluidità.

Stima dei costi e dei benefici

Sulla base dei dati sopra descritti, si possono stimare benefici complessivi pari a 136,7 milioni di euro per il primo anno di esercizio, di cui 106,7 rappresentano risparmi di tempo e i restanti 30 milioni sono da correlarsi al minor impatto ambientale e alla riduzione di incidenti nel trasporto su strada. S’ipotizza che tali benefici aumentino, proporzionalmente alla crescita traffico, del 2 per cento per anno nei quarant’anni seguenti.
Per quanto concerne i costi, poiché l’opera sarà realizzata totalmente a carico della finanza pubblica, occorre moltiplicare l’investimento (16 miliardi di euro che s’ipotizza, senza averne la certezza, comprensivo del materiale rotabile) per il costo opportunità dei fondi pubblici, stimato in Francia pari al 30 per cento. Si giunge così a un costo complessivo di 20,8 milioni. Per analogia con la linea del Tgv nord, s’ipotizza un costo di esercizio annuo pari al 2,67 per cento dell’investimento, ossia 427 milioni di euro per anno (i dati sono riassunti nella Tabella 1).

Debito e disavanzi per molti anni

Adottando un tasso di attualizzazione pari al 4 per cento, si determina un valore attuale netto del progetto negativo, pari a -25 miliardi di euro. I costi superano i benefici per ciascun anno di vita utile del progetto. Non è dunque possibile quindi un saggio di rendimento interno che eguagli costi e benefici.
Il bilancio appare dunque disastroso: un Van di -25 miliardi di euro significa uno sperpero di risorse della stessa entità. I benefici del progetto sono tali da non compensare neppure i costi di esercizio.
Dunque, non solo il debito aggregato degli Stati italiano e francese aumenterà di 16 miliardi, ma la gestione dell’opera andrà ad accrescere il loro deficit per i successivi quaranta anni.

Tabella 1 – Benefici e costi per l’anno di apertura all’esercizio della linea (Milioni di €)

Benefici socio-economici:
Risparmio di tempo: +88
Surplus per il traffico indotto: +18

Benefici esterni
Minor inquinamento atmosferico: +4
Minori emissioni di Co2: +10
Minore incidentalità stradale: +15

Costo d’esercizio: -427

Written by sistemielettorali

26 marzo 2012 at 14:43

Pubblicato su Attualità, Economia

Tagged with , , ,

Elezioni legislative del Belize – 07/03/2012

with one comment

BELIZE 
ELECTIONS OF 7 MARCH 2012
==================================================================
Election to the House of Representatives 
Source: Belize Elections and Boundaries Commission, media 
websites

Parties
------------------------------------------------------------------
* PUP - People's United Party 
* UDP - United Democratic Party

NATIONAL SUMMARY OF VOTES AND SEATS
==================================================================
Registered voters:             178,054
Total votes cast:              129,627  72.8
Invalid votes:                   1,463  01.1 
Valid votes:                   128,164  98.9
------------------------------------------------------------------
Party                          Votes    %                Seats
------------------------------------------------------------------
People's United Party           61,349  47.9  +06.8       14  +08
United Democratic Party         64,976  50.7  -06.3       17  -08
Others                           1,839  01.4               -
------------------------------------------------------------------
Total                          128,164                    31 
------------------------------------------------------------------
These figures are derived by aggregating the constituency figures
given below. However, since there seem to be several errors in 
the constituency figures, the accuracy of these figures cannot be
guaranteed.


VOTING BY CONSTITUENCY
==================================================================

ALBERT 
==================================================================
Registered voters:                        3,180
Total votes cast:                         1,886  59.3
Invalid votes:                               45  02.4
Valid votes:                              1,841  97.6
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
David Craig +            PUP                807  43.8  -19.8
Herman LONGSWORTH        UDP              1,034  56.2  +19.8
------------------------------------------------------------------
Total                                     1,841
------------------------------------------------------------------

BELIZE RURAL CENTRAL
==================================================================
Registered voters:                        5,920
Total votes cast:                         3,917  66.2
Invalid votes:                               37  00.9
Valid votes:                              3,880  99.1
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Dolores BALDERAMOS       PUP              2,005  51.7  +04.7
Fred Hunter                                  74  01.9
Michael Hutchinson *     UDP              1,801  46.4  -05.2
------------------------------------------------------------------
Total                                     3,880
------------------------------------------------------------------

BELIZE RURAL NORTH 
==================================================================
Registered voters:                        5,404
Total votes cast:                         3,761  69.6
Invalid votes:                               21  00.6
Valid votes:                              3,740  99.4
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Edmond CASTRO *          UDP              2,103  56.2  -08.2
Arthur Salvidar          PUP              1,588  42.5  +06.9
Rufus X                                      49  01.3
------------------------------------------------------------------
Total                                     3,740
------------------------------------------------------------------

BELIZE RURAL SOUTH
==================================================================
Registered voters:                        7,100
Total votes cast:                         4,987  70.2
Invalid votes:                              126  02.5
Valid votes:                              4,861  97.5
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Patty Arceo              PUP              2,026  41.7  +05.2
William Campbell                             24  00.5
Jose Manuel HEREDIA *    UDP              2,479  51.0  -11.1
Robert Lopez                                332  06.8
------------------------------------------------------------------
Total                                     4,861
------------------------------------------------------------------

BELMOPAN 
==================================================================
Registered voters:                        7,780
Total votes cast:                         5,603  72.0
Invalid votes:                               41  00.7
Valid votes:                              5,562  99.3
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Amin Hegar               PUP              2,557  45.6  +09.8
John SALDIVAR *          UDP              2,775  49.5  -06.8
Richard Smith                               230  04.1
------------------------------------------------------------------
Total                                     5,562
------------------------------------------------------------------

CARIBBEAN SHORES 
==================================================================
Registered voters:                        5,117
Total votes cast:                         3,363  65.7
Invalid votes:                               37  01.1
Valid votes:                              3,326  98.9
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Santino CASTILLO +       UDP              2,001  60.2  -05.7
David Hoy                PUP              1,325  39.8  +05.7
------------------------------------------------------------------
Total                                     3,326
------------------------------------------------------------------

CAYO CENTRAL 
==================================================================
Registered voters:                        7,180
Total votes cast:                         5,072  70.6
Invalid votes:                               72  01.4
Valid votes:                              5,000  98.6
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Collet Montejo           PUP              2,478  49.6  +15.5
Rene MONTERO *           UDP              2,522  50.4  -11.4
------------------------------------------------------------------
Total                                     5,000
------------------------------------------------------------------

CAYO NORTH 
==================================================================
Registered voters:                        6,213
Total votes cast:                         4,641  74.7
Invalid votes:                               83  01.8
Valid votes:                              4,558  98.2
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Marcel Bedran                               191  04.2
Salvador Fernandez *     UDP              1,985  43.6  -19.5
Joseph MAHMUD            PUP              2,382  52.3  +17.9
------------------------------------------------------------------
Total                                     4,558
------------------------------------------------------------------

CAYO NORTH EAST 
==================================================================
Registered voters:                        5,548
Total votes cast:                         4,122  74.3
Invalid votes:                               37  00.9
Valid votes:                              4,085  99.1
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Orlando Habet            PUP              2,034  49.8  +08.2
Elvin PENNER *           UDP              2,051  50.2  -03.0
------------------------------------------------------------------
Total                                     4,085
------------------------------------------------------------------

CAYO SOUTH 
==================================================================
Registered voters:                        6,905
Total votes cast:                         4,737  68.6
Invalid votes:                               60  01.3
Valid votes:                              4,677  98.7
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Julius ESPAT             PUP              2,568  54.9  +13.5
Ramon Witz *             UDP              2,109  45.1  -07.8
------------------------------------------------------------------
Total                                     4,677
------------------------------------------------------------------
The Elections and Boundaries Commission gives Espat 3,051 votes 
and Witz 2,109 votes, a total of 5,160, which is clearly an error. 
I have obtained the figure of 2,568 for Espat from the CTV3 News 
website.

CAYO WEST 
==================================================================
Registered voters:                        6,351
Total votes cast:                         4,898  77.1
Invalid votes:                               74  01.5
Valid votes:                              4,824  98.5
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Erwin CONTRERAS *        UDP              3,079  63.8  +01.7
Oscar Sabido             PUP              1,745  36.2  -00.8
------------------------------------------------------------------
Total                                     4,824
------------------------------------------------------------------

COLLET 
==================================================================
Registered voters:                        4,627
Total votes cast:                         3,046  65.8
Invalid votes:                               37  01.2
Valid votes:                              3,009  98.8
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Patrick FABER *          UDP              1,949  64.8  +07.0
Carolyn Trench-Sandiford PUP              1,060  35.3  -04.2
------------------------------------------------------------------
Total                                     3,009
------------------------------------------------------------------

COROZAL BAY 
==================================================================
Registered voters:                        6,237
Total votes cast:                         4,652  74.6
Invalid votes:                               70  01.5
Valid votes:                              4,582  98.5
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Gregorio Garcia          PUP              2,192  47.8  +07.6
Pablo MARIN *            UDP              2,340  51.1  -08.7
Carlos Sawers                                50  01.1
------------------------------------------------------------------
Total                                     4,582
------------------------------------------------------------------

COROZAL NORTH 
==================================================================
Registered voters:                        6,233
Total votes cast:                         5,152  82.7
Invalid votes:                               15  00.3
Valid votes:                              5,137  99.7
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Valdemar Castillo        PUP              2,464  48.0  +02.9
Hugo PATT +              UDP              2,573  52.0  -02.9
------------------------------------------------------------------
Total                                     5,137
------------------------------------------------------------------

COROZAL SOUTH EAST
==================================================================
Registered voters:                        6,549
Total votes cast:                         5,609  85.7
Invalid votes:                               23  00.4
Valid votes:                              5,586  99.6
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Florencio MARIN Jr *     PUP              2,999  53.7  +03.5
Raul Rosado              UDP              2,587  46.3  -03.5
------------------------------------------------------------------
Total                                     5,586
------------------------------------------------------------------

COROZAL SOUTH WEST 
==================================================================
Registered voters:                        5,745
Total votes cast:                         4,674  81.4
Invalid votes:                               17  00.4
Valid votes:                              4,657  99.6
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Angel Campos                                384  08.3
Gabriel Martinez *       UDP              2,120  45.5  -12.8
Ramiro RAMIREZ           PUP              2,153  46.2  +04.5
------------------------------------------------------------------
Total                                     4,657
------------------------------------------------------------------

DANGRIGA 
==================================================================
Registered voters:                        5,904
Total votes cast:                         3,828  64.8
Invalid votes:                               56  01.5
Valid votes:                              3,772  98.5
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Mateo Polanco                                37  01.0
Ivan RAMOS               PUP              2,036  54.0  +12.5
Arthur Roches *          UDP              1,699  45.0  -11.9
------------------------------------------------------------------
Total                                     3,772
------------------------------------------------------------------

FORT GEORGE 
==================================================================
Registered voters:                        3,133
Total votes cast:                         1,941  62.0
Invalid votes:                               24  01.2
Valid votes:                              1,917  98.8
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
George Gough             UDP                715  37.3  -04.6
Said MUSA *              PUP              1,202  62.7  +04.6
------------------------------------------------------------------
Total                                     1,917
------------------------------------------------------------------

FREETOWN 
==================================================================
Registered voters:                        4,230
Total votes cast:                         2,999  70.9
Invalid votes:                               33  01.1
Valid votes:                              2,966  98.9
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Francis FONSECA *        PUP              1,558  52.5  +02.6
Lee Chang                UDP              1,408  47.5  -01.9
------------------------------------------------------------------
Total                                     2,966
------------------------------------------------------------------

LAKE INDEPENDENCE 
==================================================================
Registered voters:                        5,145
Total votes cast:                         3,217  62,5
Invalid votes:                               78  02.4
Valid votes:                              3,139  97.6
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Carlos Diaz                                 223  07.1
Martin Galvez +          PUP              1,372  43.7  -10.5
Mark KING                UDP              1,544  49.2  +05.3
------------------------------------------------------------------
Total                                     3,139
------------------------------------------------------------------

MESOPOTAMIA 
==================================================================
Registered voters:                        3,710
Total votes cast:                         2,256  81.6
Invalid votes:                               35  01.5
Valid votes:                              2,221  98.5
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Michael FINNEGAN *       UDP              1,841  81.6  +04.7
Phillip Palacio          PUP                380  18.4  -03.7
------------------------------------------------------------------
Total                                     2,221
------------------------------------------------------------------

ORANGE WALK CENTRAL 
==================================================================
Registered voters:                        6,694
Total votes cast:                         5,198  77.7
Invalid votes:                               55
Valid votes:                              5,143
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Johhny BRICENO *         PUP              3,042  59.2  +06.7
Denni Grijalva           UDP              2,156  40.8  -05.4
------------------------------------------------------------------
Total                                     5,143
------------------------------------------------------------------

ORANGE WALK EAST 
==================================================================
Registered voters:                        6,917
Total votes cast:                         5,299  76.6
Invalid votes:                               42  00.8
Valid votes:                              5,257  99.2
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Orlando Burns +          UDP              2,496  47.5  -06.6
Dr Marco MENDEZ          PUP              2,761  52.5  +08.6
------------------------------------------------------------------
Total                                     5,257
------------------------------------------------------------------

ORANGE WALK NORTH 
==================================================================
Registered voters:                        7,061
Total votes cast:                         5,822  82.5
Invalid votes:                               60  01.0
Valid votes:                              5,762  99.0
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Jorge Briceno            PUP              2,357  40.9  -00.3
Gaspar VEGA *            UDP              3,405  59.1  +02.0
------------------------------------------------------------------
Total                                     5,762
------------------------------------------------------------------

ORANGE WALK SOUTH 
==================================================================
Registered voters:                        6,837
Total votes cast:                         5,621  82.2
Invalid votes:                               48  00.8
Valid votes:                              5,573  99.2
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Jose MAI                 PUP              2,968  53.3  +05.6
Rosendo Urbina +         UDP              2,605  46.7  -04.1
------------------------------------------------------------------
Total                                     5,573
------------------------------------------------------------------

PICKSTOCK 
==================================================================
Registered voters:                        3,243
Total votes cast:                         2,031  62.6
Invalid votes:                               37  01.8
Valid votes:                              1,994  98.2
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Wilfred ELRINGTON *      UDP              1,038  51.1  -06.0
Francis Smith            PUP                956  48.9  +06.0
------------------------------------------------------------------
Total                                     1,994
------------------------------------------------------------------

PORT LOYOLA 
==================================================================
Registered voters:                        4,469
Total votes cast:                         2,830  63.3
Invalid votes:                               51  01.8
Valid votes:                              2,779  98.2
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Anthony MARTINEZ *       UDP              1,789  64.4  -09.8
Gilroy Usher             PUP                990  35.6  +09.8
------------------------------------------------------------------
Total                                     2,779
------------------------------------------------------------------

QUEEN'S SQUARE 
==================================================================
Registered voters:                        3,960
Total votes cast:                         2,577  65.1
Invalid votes:                               48  01.9
Valid votes:                              2,529  98.1
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Dean BARROW *            UDP              2,039   80.6  +04.5
Anthony Glenford         PUP                490   19.4  -04.5
------------------------------------------------------------------
Total                                     2,529
------------------------------------------------------------------

STANN CREEK WEST 
==================================================================
Registered voters:                        7,888
Total votes cast:                         6,123  77.6
Invalid votes:                               26  00.4
Valid votes:                              6,097  99.6
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Rodwell FERGUSON         PUP              3,272  53.7  +11.5
Melvin Hulse *           UDP              2,698  44.3  -12.7
Charles Leslie                              127  02.1
------------------------------------------------------------------
Total                                     6,097
------------------------------------------------------------------

TOLEDO EAST 
==================================================================
Registered voters:                        6,640
Total votes cast:                         4,835  72.8
Invalid votes:                               59  01.2
Valid votes:                              4,776  98.8
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Michael ESPAT            PUP              2,417  50.6  +13.4
William Maheia                              282  05.9
Peter Martinez *         UDP              2,077  43.5  -11.0
------------------------------------------------------------------
Total                                     4,776
------------------------------------------------------------------

TOLEDO WEST 
==================================================================
Registered voters:                        6,134
Total votes cast:                         5,068  82.6
Invalid votes:                               16  00.3
Valid votes:                              5,052  99.7
------------------------------------------------------------------
Candidate                Party            Votes  %
------------------------------------------------------------------
Martin Ack                                   29  00.6
Juan Coy *               UDP              1,858  36.8  -22.8
Oscar REQUENA            PUP              3,165  62.5  +27.9
------------------------------------------------------------------
Total                                     5,052
------------------------------------------------------------------

Written by sistemielettorali

19 marzo 2012 at 18:00

Pubblicato su Attualità, elezioni

Tagged with ,

Piazza Dante e la sua rotonda

leave a comment »


E così anche piazza Dante ha avuto la sua rotonda.
Dopo un estate di lavori, la viabilità attorno all’ex Magneti Marelli è cambiata radicalmente da qualche mse. Lungi da noi giudicare i flussi di traffico dopo viale C.Battisti, via Filzi e via Trieste sono state rese a senso unico, però vorrei comunque dire due parole sull’utenza debole: i ciclisti.

Le rotatorie rappresentano l’ennesima iattura per il ciclista. Esse, infatti, funzionano molto bene quando a “fronteggiarsi” sono mezzi a 4 ruote di forza comparabile come le automobili ma se la rotatoria viene impegnata da una bici non è scontato che le auto che si immettono nella rotatotoria gli diano sempre la precendenza come il codice della strada imporrebbe. Una parte degli automobilisti, fortunatamente non tutti (ma ne basta uno per mandarti all’ospedale), considerano quella “cosa” che si trova davanti non aventi gli stessi suoi diritti perchè spesso va piano mentre Lui, l’automobilista, non ha tempo da perdere e forse perchè taluni si sentono sminuiti se si fermano per far passare una bicicletta.

Certo è che anche il Comune di Pavia considera il rischio che corrono i ciclisti pavesi poco più che un effetto collaterale.
A Pavia sono avvenuti già numerosi incidenti, anche mortali, negli ultimi anni a Porta Milano e alla rotonda del Policlinico. Eppure, nulla è stato fatto per garantire ai ciclisti pavesi di poter percorrere le strade di Pavia con maggiore sicurezza.

UN’IDEA FRANCESE

In Francia vengono comunemente usati dei dispositivi chiamati banan velò che favoriscono l’entrata e l’uscita dei ciclisti dalla rotatoria separando per un breve tratto la loro traiettoria da quella dei mezzi motorizzati.
In pratica si tratta di piccole isole spartitraffico, poste all’ingresso e alle uscite del rondò, che aiutano gli autisti a capire le intenzioni del ciclista evitando che quest’ultimi vengano schiacciati in uscita o travolti in entrata dalla rotatoria.
L’uso di questi dispositivi richiede l’introduzione di un anello ciclabile all’interno della rotatoria, ragion per cui la soluzione è raccomandabile per rotatorie aventi un raggio almeno di 15 metri, altrimenti i mezzi pesanti rischiano di invadere la stessa ciclabile.
Per tutti gli altri casi, comunque, esistono altre soluzioni parimenti efficaci. L’uso di questo dispositivo è ancora raro ma sarebbe bello che fosse proprio Pavia a dare il buon esempio trovando delle soluzioni per le sue rotatorie. E piazza Dante potrebbe essere l’occasione giusta.

CONSIGLI

Non ho una formula magica per passare indenne nelle rotatorie ma posso proporre la mia esperienza che consiste nell’assumere, nei confronti dell’automobilista alcuni atteggiamenti da porre in essere in base alla condizione concreta in cui ci si viene a trovare.

Per chi arriva alla rotonda e proviene da Filzi e Matteotti: tenere la corsia di sinistra (come d’altronde indicato dalla segnaletica orizzontale).  Quindi, all’avvicinarsi della rotonda non tengo più la destra, previa segnalazione con la mano sinistra mi porto nella corsia di sinistra e poi impegno la rotonda cercando ancora di mantenermi al centro della stessa, fingendo cioè di guidare un’auto, prendendomi tutto lo spazio disponibile e rendendomi quindi molto visibile. Con ampia segnalazione della mano destra, e controllando sempre chi eventualmente tentasse di sorpassarmi a destra, imbocco l’uscita che mi interessa.
Finora questo sistema ha funzionato senza problemi, auto e camion mi restano dietro nella corsia di imbocco quindi non possono schiacciarmi a destra come succede in numerosi casi. Infatti ciò che rende pericolose le corsie d’accesso alle rotonde è l’invisibilità del ciclista che tiene la destra, in quanto gli automobilisti tendono a guardare verso sinistra, da dove cioè proviene il traffico che ha diritto di precedenza. Una volta dentro la rotonda poi gli automobilisti tendono a uscirne più in fretta che possono, rischiando di travolgere il ciclista che stia, per così dire, “strisciando” lungo il bordo destro della rotonda, cosa che io non faccio mai.

Far finta di non vedere l’auto che ci deve dare la precedenza: quando siamo nella rotatoria e l’auto che sopraggiunge alla nostra destra che ci deve dare la precedenza non va molto forte e sembra rallentare, abbassiamo la testa e facciamo finta di non averla vista, con tale attegiamento rappresentiamo la nostra determinazione di andare avanti (osservando però con la coda dell’occhio se l’automobilista si ferma effettivamente). Di norma, questo atteggiamento rafforza la decisione dell’automobilista a fermarsi.

Guardare fisso negli occhi l’automobilista che ci deve dare la precedenza: quando siamo nella rotatoria e l’auto che sopraggiunge va forte e/o appare non avere molta intenzione di fermarsi per dare la precedenza ad una bicicletta dobbiamo essere pronti a tutto quindi, mentre cerchiamo di incrociare gli occhi di chi si trova al posto di guida in modo da acquisire almeno il fatto che l’automobilista ci ha visto in contemporanea procediamo mantendedo le mani sui freni rappresentando la nostra volontà di non rallentare continuando a guardarlo negli occhi: se egli deliberatamente non si ferma non ci resta che frenare e lasciarlo passare omaggiandolo poi con gesti e frasi che piu’ si attanagliano alla situazione.

Ai semafori non affiancarsi a bus, pullman, autocarri, autotreni ed autoarticolati poiché si corre il rischio di non essere visti e di trovarsi sulle loro traiettorie specialmente quando effettuano una svolta. O si superano prima di arrivare alla rotonda, oppure nella maniera più assoluta stargli dietro.

Questo, naturalmente, nell’attesa che qualcuno del comune si renda conto di questi pericoli.

Written by sistemielettorali

7 marzo 2012 at 08:05