Sistemi elettorali

Banche: gestione della tesoreria e della liquidità

with 2 comments


La banca, nella sua funzione di raccoltà e di impiego, si trova a dover gestire al meglio i corrispondenti flussi monetari in entrata e in uscita, assicurandone un corretto bilanciamento.
La gestione di questi flussi sono tipici della liquidità, dato che sono diretti ad aggiustare quelli che sono gli sfasamenti tra le entrate e le uscite.
Infatti, quando tali flussi non si compensano, si troviamo di frontre a squilibri che portano ad un saldo, positivo o negativo, che fa risultare un’eccedenza di liquidità non fruttifera ovvero un disavanzo di cassa da coprire.

Come sappiamo, le banche sono produttrici di mezzi di pagamento (depositi a vista o moneta bancaria), e ne assicurano la loro circolazione attraverso le procedure (bonifici, giriconti…) e strumenti (assegni, carte).
Per poter soddisfare le esigenze dei propri clienti, le banche devono quindi possedere riserve sufficienti di contante, depositi o linee di credito a vista presso la Banca Centrale.
Queste riserve, a basso livelli di remunerazione, comportano un costo opportunità e rispondono ad evidenti scopi precauzionali oltre ai fini di fornire un servizio alla clientela.
Questa offerta di servizi necessita di una rete di collegamenti e relazioni tra tutte le banche ed un sistema di accordi di compensazione e regolamento (clearing e settlement) per poter rendere affidabile l’esecuzione dei pagamenti e il trasferimento di fondi.
Gli accordi di compensazione e di regolamento sono indispensabili sia per ridurre al minimo l’impiego di base monetaria delle banche, ossia banconote e monete metalliche, sia per dare la necessaria certezza degli impegni presi dalle controparti (rischio di controparte).
Per questo motivo, il rischio di controparte, la Banca Centrale è sempre il perno su cui si fonda il sistema dei pagamenti.
Se da una parte i pagamenti eseguiti in contanti si concretizzano con la trasmissione materiale degli stessi generi monetari, quelli imperniati sul trasferimento della titolarità di moneta bancaria prevedono due momenti distinti: 1) la trasmissione delle informazioni e/o dello scambio di documenti inerenti l’operazione di pagamento di fondi; 2) quello del regolamento monetario vero e proprio delle ragioni di debito e credito fra le banche.

I sistemi di regolamento interbancari possono essere definiti come l’insieme dei canali attraverso i quali le banche partecipanti pongono in essere relazioni finalizzate alla esecuzione di operazioni di pagamento.

Questo regolamento può realizzarsi in due modi: bilaterale o multilaterale.
Nei sistemi multilaterali, a sua volta,  il regolamento dei pagamenti si realizza in due modi: attraverso la compensazione delle partite e la successiva liquidazione del saldo (regolamento netto) oppure contestualmente alla transazione (regolamento lordo).

E’ bilaterale il regolamento effettuato attraverso la scrittura di ciascuna operazione sui conti correnti detti di “corrispondenza per servizi resi”, cioè attraverso rapporti di conto corrente su cui vengono rilevate le rimesse originate dai servizi di pagamento resi alla e ricevuti dalla banca corrispondente.  Si fonda sulla compensazione bilaterale con regolamento periodico a saldo.
Sfasamenti temporali tra incassi e pagamenti possono generare scompensi di tesoreria, per cui sono forti i rischi di insolvenza della controparte con conseguenti crisi di liquidità per tutto il sistema (rischio sistemico).

E’ invece multilaterale il regolamento effettuato attraverso la concentrazione di una pluralità di relazioni bilaterali su un solo collegamento operativo con un unico soggetto gestore del sistema. La centralizzazione degli adempimenti necessari al pefezionamento dei pagamenti consente la liquidazione delle partite mediante la movimentazione di un unico conto di deposito detenuto da ciascun partecipante presso l’istituto di regolamento, cioè la Banca Centrale.

Nei sistemi di regolamento lordo, la Banca Centrale consente alle banche di regolare singoli pagamenti direttamente nei conti di gestione detenuti presso di essa, accreditando e addebitando contestualmente i conti degli operatori interessati per l’importo della transazione. Tutti gli ordini di pagamenti per i quali esiste la copertura presso il conto di gestione sono liquidati singolarmente e in tempo reale.  Ergo: il sistema consente l’esecuzione di ciascun pagamento solo dopo aver accertato la relativa copertura.

Nei sistemi di regolamento netto o in compensazione, la Banca Centrale addebita e accredita i conti di gestione di ogni banca per il solo saldo netto risultante dalla somma algebrica dei pagamenti ricevuti ed effettuati in un dato intervallo di tempo nei confronti di tutti gli altri aderenti al sistema. Alla chiusura della procedura di compensazione delle partite a debito e a credito di tutti i partecipanti, la rilevazione degli sbilanci di ciascuno consente la liquidazione delle transazioni su base netta e, quindi, l’estinzione in “moneta finale” e in via definitiva delle obbligazioni sorte tra le parti.

Rispetto ai sistemi di compensazione e di regolamento multilaterale, imperniati sul pagamento dei soli saldi netti (sistemi net settlement), un sistema di regolamento lordo si caratterizza per i minori rischi connessi alle operazoni di pagamento, determinando una maggiore certezza al buon fine delle operazioni.
Infatti, quanto più ampio è l’intervallo di tempo che intercorre tra il momento in cui le parti realizzano transazioni e quello in cui procedono all’estinzione delle rispettive ragioni di credito e debito, tanto maggiore è la presenza di rischi di credito o liquidità.
Invece, i sistemi di regolamento lordo, assicurando la contestualità tra le disposizioni inviate e il relativo regolamento, concorrono a limitare questi rischi di solvibilità e illiquidità.

Written by sistemielettorali

21 febbraio 2011 a 20:53

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Articolo interssante. Si potrebbe approfondire con maggiori dettagli ed esempi specifici sulle poste che concorrono alla determinazione della liquidità. (sbilancio)

    Stefano

    17 giugno 2011 at 04:26

  2. I’m not that much of a internet reader to be honest but your
    blogs really nice, keep it up! I’ll go ahead and bookmark your website to come back later on. Many thanks

    Lizzie

    1 maggio 2013 at 00:22


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: