Sistemi elettorali

Archive for gennaio 2011

Cedolare secca, chi ci guadagna

leave a comment »

In questi giorni dovrebbe essere approvato un provvedimento che introdurrà, sui redditi da locazione degli immobili a uso abitativo di proprietà di persone fisiche, un’imposta unica (“cedolare secca”) con aliquota percentuale unica.

Per comprendere la portata del provvedimento si pensi solo che riguarda potenzialmente oltre 2.700.000 abitazioni in affitto.
In base alle ultime indiscrezioni sul provvedimento in discussione potrebbe essere applicata un’aliquota unica del 23% per i contratti di locazione a canone libero mentre per quelli a canone concordato l’aliquota sarebbe del 20%.

Ricordiamo, infatti, che attualmente esistono 2 tipologie di contratti di locazione:

– a “canone libero”, in cui le parti possono fissare liberamente l’ammontare
– a “canone concordato”, in cui l’importo dell’affitto viene stabilito in base ad accordi locali tra organizzazioni rappresentative dei proprietari e degli inquilini.

La seconda tipologia contrattuale ad oggi rappresenta solo lo 0,6% circa di tutti i contratti di locazione registrati in Italia.

La cedolare secca sugli affitti darà un gettito tra i 3,4 e i 4,2 miliardi nei primi tre anni di introduzione. E una parte del gettito viene stimata in base a un deciso recupero dell’evasione per gli affitti in nero: questo darà 600 milioni nel 2011, un miliardo nel 2012 e 1,4 miliardi nel 2013. È quanto stima la relazione tecnica della Ragioneria generale dello Stato che il governo ha presentato sul testo del decreto per il federalismo municipale ora all’esame dell’apposita commissione Bicamerale. La relazione calcola anche le imposte che verranno meno: il primo anno il «costo» sarà attorno ai 3 miliardi (per il venir meno del gettito Irpef).

Sottolineiamo che il pagamento della “cedolare secca” in luogo delle imposte sul reddito ordinarie sarà una libera scelta del proprietario, che, presumibilmente, la effettuerà in base alla convenienza.

In base alle simulazioni effettuate da più parti, considerando le basi imponibili e gli scaglioni Irpef, si può affermare che la cedolare non conviene per il proprietario che ha un reddito lordo annuo (comprensivo del canone di locazione) inferiore a 28-30 mila euro. Al di sotto di tale soglia, i benefici economici si ridurranno al lumicino, mentre nelle classi di reddito sotto i 15.000 €, l’applicazione della “cedolare secca” comporterà un aumento di imposta, oscillante tra i 65 e gli 87 €.

Dal sito della CGIA di Mestre (http://www.cgiamestre.com), riporto la tabella che stima l’impatto della cedolare secca

Written by sistemielettorali

31 gennaio 2011 at 18:43

Pubblicato su Economia

Tagged with

Fedor Dostoevskij – citazione dai “fratelli Karamazov”

leave a comment »

Sappiate che non c’è niente di più alto, di più forte, di più utile per la vita futura di un qualche bel ricordo, in particolare se conservato dall’infanzia, dalla casa paterna.
Vi parlano molto della vostra educazione, ma forse un bel ricordo, un ricordo sacro, custodito dall’infanzia è la migliore educazione possibile. Se un uomo può raccogliere tanti di questi ricordi, allora sarà salvo per tutta la vita. E se anche un solo buon ricordo rimarrà con noi nel nostro cuore, anche quello potrà servirci un giorno per la salvezza. Forse diventeremo cattivi, non saremo in grado di fermarci neanche davanti alla peggiore azione, rideremo delle lacrime altrui e degli uomini che diranno, come ha fatto Kolja poco fa <Voglio soffrire per tutti gli uomini>, e forse ci befferemo malignamente di uomini simili.
Tuttavia, per quanto cattivi potremo essere, non appena ci ricorderemo di come abbiamo sepolto Iljusa, di come gli abbiamo voluto bene negli ultimi giorni e di come ora abbiamo parlato amichevolmente insieme vicino a questa pietra, allora anche il più spietato di noi e il più beffardo, se tali diventeremo, non avrà il coraggio, dentro di sé, di ridere di come è stato buono in questo momento! Anzi, forse proprio questo ricordo lo tratterrà dal commettere un grande male ed egli penserà e dirà <Si, quella volta sono stato buono, coraggioso e onesto>.
Che rida pure tra sé e sé, non importa, gli uomini spesso deridono ciò che è bello e buono solo per leggerezza, ma vi assicuro, signori, che non avrà finito di beffarsi che subito dirà nel cuore <No, ho fatto male a deriderlo, perché di questo non si deve ridere!>.

(I fratelli Karamazov – Dostoevskij)

Written by sistemielettorali

30 gennaio 2011 at 10:07

Pubblicato su letteratura

Tagged with

Elezioni legislative Kosovo (12-12-2010)

leave a comment »

REPUBBLICA DEL KOSOVO
ELEZIONI LEGISLATIVE DEL 12 DICEMBRE 2010
====================================================================
Elezioni legislative (Kuvendi i Kosovës)
Fonte: Central Election Commission

Partiti
----------------------------------------------------------------------------
* AAK - Aleanca për Ardhmërinë e Kosovës (Alliance for the Future of Kosovo)
* BSDAK - Bošnjacka Stranka Demokratske Akcije Kosova (Bosniak Party of
   Democratic Action of Kosovo)
* GIG - Gradanska Inicijativa Gore (Civic Initiative of Gora)
* IRDK - Iniciativa e Re Demokratike e Kosovës (New Democratic Initiative of
   Kosovo)
* JSL - Jedinstvena Srpska Lista (United Serbian List)
* KDTP - Kosova Demokratik Turk Partisi (Kosovo Turkish Democratic Party)
* KKR - Koalicioni për Kosovë të Re (New Kosovo Coalition)
* KV - Koalicija Vakat (Vakat Coalition)
* LDD - Lidhja Demokratike e Dardanisë (Democratic League of Dardania)
* LDK - Lidhja Demokratike e Kosovës (Kosovo Democratic League)
* LV - Self-Determination" (Lëvizja Vetëvendosje)
* NDP - Nova Demokratska Stranka (New Democratic Party)
* PDAK - Partia Demokratike e Ashkanlive të Kosovës (Democratic Ashkali
   Party of Kosovo)
* PDK - Partia Demokratike e Kosovës (Kosovo Democratic Party)
* PRBK - Partia Rome e Bashkuar e Kosovës (United Roma Party of Kosovo)
* SDSKM - Srpska Demokratska Stranka Kosova i Metohije (Serb Democratic
   Party of Kosovo and Metohija)
* SLS - Samostalna Liberalna Stranka (Independent Liberal Party)

Il Parlamento del Kosovo ha 120 membri. Di questi, 100 sono eletti in base alla rappresentanza 
proporzionale.
I voti assegnati ai partiti serbi sono conteggiati di nuovo per eleggere i 10 rappresentanti 
della minoranza serba.
I voti assegnati ai partiti che rappresentano altre minoranze etniche eleggono anch'essi 10 membri.
E' quindi possibile per le minoranze etniche eleggere rappresentanti sia a livello nazionale 
che come quota riservata alle minoranze.

PRELIMINARY SUMMARY OF VOTES AND SEATS: NATIONAL ELECTORATE
============================================================================
Registered voters:                         1,630,636
Total votes cast:                            743,892  45.6
Invalid votes:                                31,366  04.2
Valid votes:                                 712,526  95.8
----------------------------------------------------------------------------
Party                                      Votes      %            Seats
----------------------------------------------------------------------------
Alliance for the Future of Kosovo (AAK)       76,859  10.8  +01.3   12  +02
United Serbian List (JSL)                      5,010  00.7           1
Kosovo Turkish Democratic Party (KDTP)         8,082  01.1           1
New Kosovo Coalition (KKR)                    50,720  07.1  -05.2    8  -05
Vakat Coalition (KV)                           4,771  00.7           1
Democratic League of Dardania (LDD)           23,337  03.3  -06.9    -  -11
Kosovo Democratic League (LDK)               168,120  23.6  +01.0   26  +01
Self-Determination (LV)                       86,924  12.2          13  +13
Kosovo Democratic Party (PDK)                238,959  33.5  -00.8   36  -01
Independent Liberal Party (SLS)               12,525  01.8           2  +02
Others                                        37,219  05.2           -
----------------------------------------------------------------------------
Total                                        712,526               100
----------------------------------------------------------------------------

SERB PARTIES
============================================================================
Party                                      Votes      %            Seats
----------------------------------------------------------------------------
United Serbian List (JSL)                      5,010  00.7           3
Serb Democratic Party of Kosovo (SDSKM)          989  00.1           1
Independent Liberal Party (SLS)               12,525  01.8           6
----------------------------------------------------------------------------
Total                                                               10
----------------------------------------------------------------------------

OTHER MINORITY PARTIES
============================================================================
Party                                      Votes      %            Seats
----------------------------------------------------------------------------
Bosniak Party of Democratic Action (BSDAK)     1,763  00.2           1
Civic Initiative of Gora (GIG)                   784  00.1           1
New Democratic Initiative of Kosovo (IRDK)     1,607  00.2           1
Kosovo Turkish Democratic Party (KDTP)         8,082  01.1           2
Vakat Coalition (KV)                           4,771  00.7           1
New Democratic Party (NDP)                     2,520  00.4           1
Democratic Ashkali Party of Kosovo (PDAK)      2,661  00.4           2
United Roma Party of Kosovo (PRBK)             1,195  00.2           1
----------------------------------------------------------------------------
Total                                                               10
----------------------------------------------------------------------------

Written by sistemielettorali

30 gennaio 2011 at 09:59

Pubblicato su elezioni

Tagged with , ,

Trimestrale 4-2009 della US Bancorp

leave a comment »

US Bancorp (NYSE: USB) ha riportato 974 milioni di dollari nel quarto trimestre del 2010, nonché un’attività del 9,9% sui nuovi prestiti rispetto al quarto trimestre del 2009, ma il leasing è sceso in tutte le sue divisioni, secondo il resoconto 8K.
I mutui per le costruioni e per lo sviluppo dei terreni vengono stornati e vi sono anche problemi nel portafoglio dei mutui residenziali, così come per molte altre banche. I pignoramenti proseguono e le vendite di case sono limitate.
… c’è stato uno stress continuo nel portafoglio dei mutui residenziali, così come un aumento delle proprietà pignorate rispetto a un anno fa, a causa della durata complessiva del rallentamento economico. Le attività in sofferenza garantite erano $1.697 milioni al 31 dicembre 2010, $1.851 milioni al 30 settembre 2010, e $2.003 milioni al 31 dicembre 2009. La maggior parte delle attività in sofferenza che sono state considerate deteriorate all’acquisizione e sono state registrate al “fair value” stimato alla data di acquisizione. Il rapporto tra l’indennità per perdite su crediti rispetto ai prestiti di fine periodo, esclusi i crediti garantiti, è stato del 3,03% al 31 dicembre 2010 … La Società prevede che il totale delle attività in sofferenza, al netto delle attività garantite, continuino il loro trend discendente nel primo trimestre 2011.
Pagina 7 e 8 dei risultati del quarto trimestre 2010 per la US Bancorp (Clicca per ingrandire)

Pagina 9 dei risultati del quarto trimestre 2010 per la US Bancorp

Compara il 4° trimestre 2009 con il 4° trimestre 2010 per quanto riguarda il lease financing: (Clicca per ingrandire)


Pagina 15 dei risultati del quarto trimestre 2010 per la US Bancorp

Il capitale è rimasto stabile, in lieve miglioramento, così come il capitale Tier 1, nonostante le svalutazioni. Le compensazioni sono cresciute, [in milioni: 4° trimestre $999, 3° trimestre $973, 4° trimestre 2009 $816 (pagina 12)] che sono chiari segni di miglioramento delle prestazioni del personale della banca.

Pagina 19 dei risultati del quarto trimestre 2010 per la US Bancorp

Il documento completo di 68 pagine lo trovate qui.

Written by sistemielettorali

25 gennaio 2011 at 08:16

Pubblicato su Economia

Tagged with

Sentirsi vivi – Dostoevskij

leave a comment »

Cospargetelo di tutti i beni del mondo, sprofondatelo nella felicità finché non gli arrivi fin sopra la testa, così che non se ne veda più se non qualche bollicina sulla superficie della felicità, come fosse la superficie dell’acqua; dategli una tale tranquillità economica, che non gli rimanga proprio nient’altro da fare se non dormire, mangiare pasticcini e adoperarsi perché la storia universale non finisca: bene, anche così l’uomo, da quel bel tipo che è, e unicamente per ingratitudine, unicamente per farvi una pasquinata vi combinerà una qualche porcheria. Metterà a repentaglio perfino i suoi pasticcini, e a bella posta desidererà le più rovinose sciocchezze, la più antieconomica delle assurdità, all’unico scopo di poter mescolare a tutta questa positiva ragionevolezza il proprio rovinoso elemento fantastico.

Fëdor Mikhajlovič Dostoevskij (1821 – 1881), scrittore russo.  Memorie dal sottosuolo

Written by sistemielettorali

14 gennaio 2011 at 10:04

Pubblicato su letteratura

Tagged with

Citazioni – Carl Gustav Jung

leave a comment »

Analisi di Carl Gustav Jung riguardo al cammino verso la consapevolezza dell’essere.

“Ciò che importa veramente è saper distinguere tra la coscienza e i contenuti dell’inconscio. Ben più difficile, invece, è saper accettare il fatto stesso dell’autonomia dell’inconscio. Eppure, è proprio in questa accettazione che consiste la possibilità di dominarlo. Le ambiguità dell’anima – messaggero dell’inconscio – possono letteralmente annientare un uomo. […] L’anima con i suoi messaggi può facilmente indurre un uomo a credere, ad esempio, d’essere un artista incompreso e di avere per questo diritto di trascurare la realtà grazie alla sua cosiddetta natura artistica.[…]
Alla resa dei conti il fattore decisivo è sempre la coscienza che è capace di intendere le manifestazioni dell’inconscio e prendere posizione di fronte ad esse.
Ma l’anima ha anche un aspetto positivo. E’ lei che comunica le immagini dell’inconscio alla coscienza. Per decenni mi sono rivolto all’anima quando ho sentito che il mio comportamento emotivo era turbato e mi sentivo inquieto. Allora voleva dire che c’era qualcosa nell’inconscio e quindi chiedevo all’anima – Che c’è di nuovo adesso? Cosa vedi? Vorrei saperlo! – Dopo qualche resistenza regolarmente produceva un’immagine, e non appena questa compariva il senso di inquietudine e oppressione svaniva. Tutta l’energia delle mie emozioni si tramutava in curiosità e interesse per l’immagine, quindi ne parlavo con l’anima, poiché dovevo cercare d’intendere l’immagine come meglio potevo, proprio come nei sogni. Oggi non ho più bisogno di questi colloqui con l’anima perché non ho più tali emozioni, ma se ne avessi le tratterei allo stesso modo. Oggi ho diretta coscienza delle idee dell’anima perché ho imparato ad accogliere i contenuti dell’inconscio e a capirli. So come devo comportarmi verso le immagini interne; posso leggerne il significato direttamente nei miei sogni, e perciò non ho più bisogno di un intermediario.
[…] Mi resi conto che il linguaggio, per quanto accurato sia, non può sostituire la vita. Se cerca di sostituirlo, non solo la vita perde vigore, ma s’impoverisce esso stesso. Per liberarsi dalla tirannia degli impulsi dell’inconscio bisogna adempiere sia i propri obblighi intellettuali che quelli morali.”
Tratto da “Ricordi, Sogni, Riflessioni”

Voglio concludere l’anno con la profondissima analisi di Carl Gustav Jung riguardo al cammino verso la consapevolezza dell’essere…ossia, circa il processo d’integrazione fra conscio e inconscio e il ruolo di Anima e della Coscienza in ciò.

“Ciò che importa veramente è saper distinguere tra la coscienza e i contenuti dell’inconscio. Ben più difficile, invece, è saper accettare il fatto stesso dell’autonomia dell’inconscio. Eppure, è proprio in questa accettazione che consiste la possibilità di dominarlo. Le ambiguità dell’anima – messaggero dell’inconscio – possono letteralmente annientare un uomo. […] L’anima con i suoi messaggi può facilmente indurre un uomo a credere, ad esempio, d’essere un artista incompreso e di avere per questo diritto di trascurare la realtà grazie alla sua cosiddetta natura artistica.[…]
Alla resa dei conti il fattore decisivo è sempre la coscienza che è capace di intendere le manifestazioni dell’inconscio e prendere posizione di fronte ad esse.
Ma l’anima ha anche un aspetto positivo. E’ lei che comunica le immagini dell’inconscio alla coscienza. Per decenni mi sono rivolto all’anima quando ho sentito che il mio comportamento emotivo era turbato e mi sentivo inquieto. Allora voleva dire che c’era qualcosa nell’inconscio e quindi chiedevo all’anima – Che c’è di nuovo adesso? Cosa vedi? Vorrei saperlo! – Dopo qualche resistenza regolarmente produceva un’immagine, e non appena questa compariva il senso di inquietudine e oppressione svaniva. Tutta l’energia delle mie emozioni si tramutava in curiosità e interesse per l’immagine, quindi ne parlavo con l’anima, poiché dovevo cercare d’intendere l’immagine come meglio potevo, proprio come nei sogni. Oggi non ho più bisogno di questi colloqui con l’anima perché non ho più tali emozioni, ma se ne avessi le tratterei allo stesso modo. Oggi ho diretta coscienza delle idee dell’anima perché ho imparato ad accogliere i contenuti dell’inconscio e a capirli. So come devo comportarmi verso le immagini interne; posso leggerne il significato direttamente nei miei sogni, e perciò non ho più bisogno di un intermediario.
[…] Mi resi conto che il linguaggio, per quanto accurato sia, non può sostituire la vita. Se cerca di sostituirlo, non solo la vita perde vigore, ma s’impoverisce esso stesso. Per liberarsi dalla tirannia degli impulsi dell’inconscio bisogna adempiere sia i propri obblighi intellettuali che quelli morali.”
Tratto da “Ricordi, Sogni, Riflessioni”

Written by sistemielettorali

5 gennaio 2011 at 21:39

Pubblicato su citazioni

Tagged with

Otello. Vi prego, quando narrerete…

leave a comment »

“Vi prego,
Quando narrerete questi
Tragici avvenimenti,
Parlate di me quale io sono;
Non attenuate nulla,
Non scrivete nulla per malizia.
Dovrete dire allora di uno che amò
Senza saggezza ma con troppo amore,
Di uno non facile alla gelosia,
Ma che istigato,
Giunse alla follia estrema
Di un uomo la cui mano,
Come farebbe un povero indiano,
Getto via una perla più
Preziosa di tutti i suoi tesori.”

(William Shakespeare, da “Othello”)

Written by sistemielettorali

2 gennaio 2011 at 11:00

Pubblicato su letteratura

Tagged with