Sistemi elettorali

Avremo inflazione o defazione? (IV)

leave a comment »


Qual è la massa monetaria in questo momento?

La massa monetaria ci dice se siamo indirizzati verso l’inflazione o la deflazione. Se guardiamo i tassi di variazione di M1 o dell’Austrian True Money Supply (TMS), essi sono in declino. In effetti, M1 e TMS sembrano aver raggiunto il picco nel 2009 e sono in calo su base Y/Y da allora. Su base assoluta, come mostrato in precedenza, la crescita di M1 è in appiattimento. Questi due grafici sottostanti mostrano la variazione percentuale anno su anno dell’offerta di moneta.

Quali saranno le opzioni della Fed in caso di doppio declino economico?

Se, come ho detto, l’economia declinerà nella seconda metà del 2010, cosa farà la Fed? Questo è il punto principale.
Vorrei ipotizzare uno scenario. In tutti gli scenari con calo della crescita economica, la disoccupazione sale. Se la disoccupazione nella  misura più in difetto è attualmente pari al 9,7% e nella misura per eccesso (U-6) è pari al 16,9%, l’aumento della disoccupazione diventerà politicamente inaccettabile per l’amministrazione Obama.
Credo che i politici in primo luogo prenderanno consigli da Paul Krugman ed estenderanno i programmi di stimolo esistenti, creandone di nuovi per incentivare la spesa. Tutti i discorsi sulla salute del bilancio e sugli allarmi del deficit fiscale saranno dimenticati dai nostri politici di entrambe le fazioni. Guardiamo alle ulteriori proroghe del programma di credito d’imposta di chi acquista casa, e agli altri programmi che i politici credono aiutino le imprese nei loro distretti. I contanti per [la tua impresa] è la parola d’ordine. Essi si aggiungono a un debito federale già enorme e si tradurranno in una spesa maggiore e a risultati a breve termine non particolarment e impattanti.

In cima a tutto questo, i politici martelleranno Bernanke per creare posti di lavoro, che è uno dei mandati della FED. Ma come può farlo?
Tentando di creare inflazione.

La Fed possiede opzioni limitate in questo caso. Non può ridurre ulteriormente il tasso Fed Funds e non può costringere le banche a concedere prestiti. È probabile che le banche restringeranno ulteriormente il credito in concomitanza col declino economico.
Penso che l’unica soluzione praticabile sia quella di utilizzare Operazioni di mercato aperto (OMO) per iniettare nuovo denaro nell’economia.
La domanda successiva è: per comprare cosa?
Da gennaio 2009 ad aprile 2010, la Fed ha acquistato 1.250 miliardi di dollari di titoli garantiti da ipoteche (MBS), attraverso operazioni di mercato aperto. L’unico problema è che ciò non ha sortito molti effetti per l’economia. La maggior parte del denaro OMO immesso è finito nelle mani delle grandi istituzioni che sono alla guida dei mercati finanziari.

C’è una teoria detta effetto Cantillon che dice che un aumento dell’offerta di moneta non incide allo stesso modo su tutti i prezzi: i flussi di denaro, inizialmente immessi in alcune attività, tendono a stazionarci, e l’effetto inflazionistico è sostenuto successivamente dai consumatori che non ottengono vantaggio dalla nuova moneta immessa, se non l’onere di prezzi più elevati. Tale effetto potrebbe essersi verificato quando la Fed ha acquistato MBS dai dealers che hanno ripulito i bilanci e generato alti profitti per le banche maggiori e ha lasciato i consumatori con prezzi leggermente più elevati. Riconosco tuttavia che questa idea è una mia congettura. Ma, come ho già rilevato, il denaro iniettato in OMO non ha lo stesso effetto moltiplicatore dei prestiti delle banche, e il credito è ancora in declino.

Ci sono due altre scelte per l’acquisto delle attività che la Fed può considerare nelle sue Operazioni di Mercato Aperto. Nessuna alternativa è buona:

– Alternativa N°1. Acquistare prestiti deteriorati di Credit Real Estate (non-MBS) direttamente da banche regionali e locali.
Se la FED acquistasse debiti CRE da piccole banche, ciò risolleverebbe il problema che si è già verificato con gli acquisti MBS. Cioè, è improbabile che essi possano vendere questi assets per quello che hanno pagato.
L’effetto positivo, agli occhi della Fed, è che le banche ripulirebbero più velocemente i loro bilanci e riacquisterebbero un minimo di salute finanziaria. Ciò consentirebbe loro di aumentare il capitale richiesto Tier 1 e riavviare i prestiti verso le imprese redditizie (questo è un grande “se”). La Fed riconosce che c’è bisogno di convincere le banche più piccole a concedere prestiti per stimolare l’economia e per creare inflazione.
Tutto questo, naturalmente, ignora il “rischio morale” causato dal salvataggio di banche in difficoltà. Ma io non credo che ci sia un  sentiment politico per consentire massicci fallimenti bancari. E la pressione politica sulla Fed per fare “qualcosa” sarà forte.
Lasciando da parte tutta questa follia monetarista-keynesiana, rimane la domanda: se queste banche fossero guarite artificialmente, ciò genererebbe un’espansione economica? A mio parere, porterà a un ciclo di stagnazione economica e inflazione.

Alternativa n ° 2. Acquistare Treasury Paper, che avrebbe l’effetto di monetizzare il debito federale (il governo stampa moneta per pagare i suoi debiti).
La monetizzazione del debito federale su larga scala aumenterebbe certamente l’offerta di moneta. Il lato negativo è che comporterebbe maggiori distorsioni economiche che se si acquistassero i Credit Real Estate delle banche perché l’effetto sarebbe quello di finanziare i progetti-spreco del governo.
Inoltre, la Fed ha ancora il problema di convincere le banche a concedere prestiti e se comprassero solo Treasury Paper da queste piccole banche, queste ultime ritornerebbero il denaro alla Fed come riserve in eccesso.

L’inflazione sarà l’effetto dell’azione della Fed?

In entrambe le alternative o in una combinazione delle due, avremo inflazione, perché l’offerta di moneta aumenterebbe. L’inflazione dipenderà molto da quanto denaro verrebbe iniettato nel sistema. Tale inflazione eventualmente causerebbe un altro ciclo artificiale che danneggerebbe ulteriormente l’economia, distruggendo più capitale dato che la nuova moneta sarebbe male indirizzata verso progetti che non sarebbero altrimenti possibili, al di là degli effetti dell’inflazione. Questo è chiamato “cattivo investimento.” Noi stiamo attualmente soffrendo i risultati di questi cattivi investimenti in beni immobiliari.
Questo nuovo ciclo sarebbe meno forte di un boom e più di una bomba. Questo è quello che è successo nel 1970 quando il CPI è andato alle stelle ma l’attività economica stagnante. Stagflazione è il termine inventato per descriverla.

Il problema è questo: quante volte si può distruggere il capitale prima di aver compromesso la capacità degli investitori e degli imprenditori di creare nuove imprese redditizie?

La vera ricchezza come ho discusso in precedenza, non è un pezzo di carta. Si tratta di beni prodotti che non vengono consumati. Il denaro è solo un modo di detenere ricchezza finché si decide di consumare qualcosa. Se io sono proprietario di una fabbrica che produce chip di silicio per Apple, e risparmio un po’ dei miei profitti, piuttosto che spendere tutto, tali risparmi sono capitale vero.
E’ difficile nella nostra economia complessa misurare la “capitale reale”.
Alcuni economisti della scuola austriaca credono che un declino dell’attività economica indichi una diminuzione del capitale reale. Sono d’accordo che questo sia probabilmente il caso e, concordo sul fatto che gli ultimi due cicli abbiano distrutto del capitale reale. So anche che stampare più pezzi di carta verde comporterà solo cattivo investimento (la distruzione di più capitale reale) e l’aumento dei prezzi.

Quando vedremo l’inflazione?

Qui credo che l’argomento deflazionista non funzioni. I deflazionisti credono che avremo anni di deflazione a causa del congelamento del credito. Le banche sono ancora cariche di crediti inesigibili e mutuatari solvibili sono difficili da trovare. Pur comprendendo le analogie con l’esperienza giapponese (massiccio stimolo fiscale, politica dei tassi di interesse prossimi allo zero, bassa inflazione e stagnazione) credo che da noi la situazione sarà diversa.

Tale differenza è data dal fatto che noi abbiamo deciso di ripulire i nostri bilanci mentre i giapponesi, forse a causa di ragioni culturali, hanno preferito mantenere in vita imprese e banche virtualmente fallite. Questo capitale è stato indirizzato verso imprese non redditizie e non era quindi diretto verso imprenditori e imprese in attivo.

Noi possiamo andare a lentamente, visto che l’America ha una ricca storia di fallimenti, che agiscono come un meccanismo di pulizia per liberare l’economia dai cattivi investimenti. Questo è quello che Joseph Schumpeter ha denominato “distruzione creativa”, ovvero il processo attraverso cui il capitalismo corregge i propri errori. Questo processo sta avvenendo qui, ma il problema è che il processo è stato rallentato da politiche governative che impediscono i fallimenti.

Non sono d’accordo con i deflazionisti che la deflazione è una diminuzione dei valori di patrimoni immobiliari. Credo che i deflazionisti confondano deflazione e deleveraging. Sono d’accordo con loro che il deleveraging e il calo dei valori immobiliari limiterà l’attività economica, perché sopprime il credito bancario, ma esso non è deflazione.
Inoltre, come sottolineato dall’economista austriaco Bob Murphy, non abbiamo visto ancora la deflazione, o almeno essa non si è riflessa nel CPI. In realtà, egli dice, non abbiamo avuto deflazione dopo la Grande Depressione.

Ad un certo punto, gli sforzi della Fed per aumentare l’offerta di moneta saranno efficaci. Ma è difficile prevedere quando ciò avverrà.

Penso che stiamo assistendo ad un declino della crescita dell’offerta di moneta in risposta alla cessazione della Fed nell’acquisto di MBS. E’ possibile che si vada in territorio negativo, ma, con le evidenze di un doppio declino economico, la Fed farà tutto il possibile per aumentare l’inflazione e penso che avrà successo.

Questa volta il risultato sarà stagnazione e inflazione.

Avremo iperinflazione?

L’iperinflazione è possibile in America? La domanda corretta da porsi è se è essa sia probabile. A tale domanda, direi di no. L’iperinflazione comporterebbe la distruzione del nostro sistema monetario e Ben Bernanke e quasi tutti i rappresentanti della Fed lo sanno molto bene. Credo che sappiano che stampare moneta porterebbe all’iperinflazione.

Sono anche consapevole delle implicazioni di fuga del debito federale e le scelte politiche che il governo è tenuto a pagare esso: tasse più alte e / o l’inflazione. Il terzo metodo di pagamento, sarebbe una fiorente economia causata da una riduzione della mano pesante del governo, ma il capitalismo del libero mercato è in disgrazia in questo momento.

Per evitare che l’inflazione galoppante la Fed sarebbe aumentare i tassi di interesse, riserva obbligatoria aumento, e vendere beni a stabilizzare l’offerta di moneta. Il colpo per l’economia varrebbe la pena il rischio. Questo è in sostanza quello che Volcker ha fatto già nel 1979-1980. Se davvero ha grezzi, controllo dei prezzi e dei salari sarebbe istituito su base temporanea per raffreddare le cose. Sono consapevole delle implicazioni di tali controlli e le distorsioni di prezzo enorme che provocano, come Bernanke. Ma sarebbe politicamente accettabile in via temporanea. Quel famoso repubblicano, Richard Nixon, ha fatto questo nel 1971. Tutti comprendiamo che tali controlli solo falsare ulteriormente l’economia in quanto i prezzi di mercato solo ci permettono di prendere decisioni economiche, motivo per cui tali controlli sarebbe stata di breve durata.

Written by sistemielettorali

1 luglio 2010 a 14:50

Pubblicato su Economia

Tagged with ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: