Sistemi elettorali

Elezioni legislative in Uzbekistan

leave a comment »


Tra pochi giorni in Uzbekistan si terranno le elezioni parlamentari per il rinnovo di Camera e Senato.

La legge elettorale stabilisce che un candidato viene eletto se ottiene la maggioranza assoluta dei voti (se i votanti sono stati almeno il 33% degli aventi diritto). Altrimenti, si passa al ballottaggio tra i due candidati più votati.

Le elezioni parlamentari 2004

Le ultime elezioni in Uzbekistan sono state quelle parlamentari del dicembre 2004 e gennaio 2005.

Il primo turno si è tenuto il 26 dicembre e il ballottaggio il 9 gennaio.

Il parlamento uzbeko, chiamato Oliy Majlis, è costituito da Camera e Senato. La Camera ha 120 membri eletti a livello nazionale per un periodo di cinque anni. Il Senato conta 100 membri, 84 dei quali sono eletti indirettamente a livello regionale e 16 direttamente nominati dal Presidente.

Le elezioni del 2004/2005 sono state le terze elezioni parlamentari dopo l’indipendenza del paese, e le prime

con il sistema bicamerale introdotto nel 2002.

Tutti i cinque partiti che hanno partecipato le elezioni hanno sostenuto il presidente. Alcuni partiti di opposizione hanno cercato di registrarsi per le elezioni, ma le domande sono state per vari motivi rifiutate. Quindi diversi gruppi di opposizione hanno deciso di boicottare le elezioni.

Alle elezioni hanno partecipato 12.197.159 elettori (85,1%). In 94 distretti, ovvero il 78 per cento del totale, in un unico luogo i candidati MP du

Dopo aver esaminato i protocolli delle commissioni elettorali quartiere fino alle elezioni di dicembre 26, 2004, la Commissione elettorale centrale della Repubblica di Uzbekistan ha stabilito che l’esito del voto in 58 circoscrizioni elettorali, nessun candidato ha vinto il numero necessario di voti per l’elezione.

Questi i collegi nei quali si è svolto il ballottaggio:

Tashkent City

Circoscrizione Train  3

Circoscrizione Kuylyuksky  5

Circoscrizione Dombrabadsky  7

Elettorale Hadrinsky distretto  8

Circoscrizione Astrabadsky  10

Circoscrizione Tukimachinsky  11

Andijan

Circoscrizione Balykchy  14

Circoscrizione Asaka  16

Circoscrizione Bulakbashi  18

Circoscrizione Dzhalalkuduksky  19

Circoscrizione Kurgantepinsky  20

Circoscrizione Izbaskan  21

Bukhara

Circoscrizione Varahshinsky  26

Jizzax regione

Circoscrizione Dustliksky  31

Navoi

Circoscrizione Navoi  34

Circoscrizione Kiziltepinsky  35

Circoscrizione Hatyrchinsky  37

Namangan

Circoscrizione Pontificio  38

Circoscrizione Chust  39

Circoscrizione Yangikurghon  42

Circoscrizione Uicbi  43

Samarcanda

Sogdiano circoscrizione  48

Circoscrizione Bulungursky  49

Circoscrizione Ishtikhan  50

Circoscrizione Karadarinsky  52

Circoscrizione Narpay  53

Circoscrizione Akdarinsky  54

Circoscrizione Pastdargomsky  55

Syrdarya

Circoscrizione Sayhunsky  61

Circoscrizione Yangiersky  62

Surkhandarya

Circoscrizione Sherabad  63

Circoscrizione Angora  64

Circoscrizione Termez  65

Circoscrizione Dzharkurgansky  66

Circoscrizione Kumkurgan  67

Circoscrizione Shurchinsky  68

Tashkent

Circoscrizione Angren  71

Circoscrizione Buka  73

Circoscrizione Zangiatin  75

Circoscrizione Parkent  77

Circoscrizione Toytepinsky  78

Circoscrizione Chinaz  79

Circoscrizione Chirchik  80

Ferghana

Circoscrizione Beshariq  83

Circoscrizione Danghara  84

Circoscrizione Yaypansky  85

Circoscrizione Kokand  86

Circoscrizione Rishtan  89

Circoscrizione Qkhunboboev  91

Circoscrizione Ferghana  93

Circoscrizione Vodilsky  94

Circoscrizione Tashlaksky  95

Kashkadarya

Circoscrizione Karshi  104

Circoscrizione Kamashinsky  106

Circoscrizione Kitab  110

Karakalpakstan

Circoscrizione Nukus  114

Circoscrizione Hojeily  118

Circoscrizione Chimbay  119

Al ballottaggio hanno partecipato più di 5.400.000 persone, ovvero circa l’80% degli elettori che sono stati ammessi a partecipare al secondo turno. Il risultato ha visto la vittoria del Partito Liberal Democratico dell’Uzbekistan, con il 34,2% dei deputati eletti, seguito dal Partito democratico del popolo dell’Uzbekistan, che ha ottenuto il 23,3% dei deputati. Inoltre sono stati eletti 18 membri del partito Fidokorlar, 11 membri del partito Milliy Tiklanish, 10 membri del partito Adolat.

Le elezioni si sono svolte in un clima di accesa concorrenza tra i partiti politici per i seggi alla Camera legislativa. 

Tra i deputati eletti di quasi il 91% sono uzbeki, e più del 9% – karakalpaki, kazaki, tagiki, turkmeni, russo, tartari e ucraini.

Con ciò, al primo turno sono stati eletti 62 deputati, mentre i restanti 58, come detto, hanno vinto al ballottaggio.

Questo l’esito (non abbiamo il numero dei voti):

Liberal Democratic Party  – 34,2% (41 members)

People’s Democratic Party – 23,3% (28 members)

“Fidokorlar” National Democratic Party – 15% (18 members)

“Milliy Tiklanish” Democratic Party – 9,2% (11 members)

“Adolat” Social Democratic Party – 8,3% (10 members)

Initiative Groups  – 10% (12 members)

Per le prossime elezioni di fine dicembre, concorreranno 517 candidati per 135 seggi della Camera Bassa (123 candidati di “Adolat” (Justice) Social Democratic Party of Uzbekistan, 125 di Milliy Tiklanish (National Revival) Democratic Party of Uzbekistan, 135 di UzLiDeP, Businessmen Movement – Liberal Democratic Party of Uzbekistan e 134 di People’s Democratic Party.

Più di 250 rappresentanti provenienti da 36 paesi e una serie di autorevoli organizzazioni internazionali come CSI, SCO, OIC, tra cui l’OSCE / ODIHR hanno confermato la loro partecipazione nel monitoraggio delle elezioni. La designazione dei candidati per il Parlamento si è chiusa l’11 novembre 2009, e l’esito delle elezioni e l’elenco dei rappresentanti del popolo dovrebbero essere pubblicati non prima del 7 gennaio 2010. L’elezione sarà dichiarata valida se avrà votato almeno il 33% degli elettori. Si noti che la campagna elettorale in corso in Uzbekistan ha alcune differenze rispetto alle elezioni precedenti. In primo luogo, la rappresentanza dei partiti politici nella Camera Bassa è portata da 120 a 135 membri (in totale 150 deputati). Questi 135 deputati saranno eletti su base multipartitica. Non meno del 30% dei candidati devono essere donne. Vince le elezioni il candidato che ha ottenuto più della metà dei voti del distretto.

Indipendentemente dal risultato delle elezioni, 15 seggi in Parlamento sono riservati per il movimento “Ambientalisti in Uzbekistan”.

In terzo luogo, i partiti politici hanno ora la possibilità di partecipare al conteggio dei voti nei seggi elettorali e controllare le liste, attraverso il proprio commissario.

I partiti presenti alle elezioni

Uzbekistan conosce cinque ufficiali dei partiti politici. Tutti offrono pieno sostegno al presidente Karimov e non presentano differenze significative per ciò che riguarda i programmi politici.

People’s Democratic Party (Halq Demokratik Partiyasi)

Iscrizioni: 580.000 (2004)

Primo Segretario: Asliddin Rustamov

Precedente Presidente: Abdulhafiz Jalolov (1993-2003)

Fondato: 15 novembre 1991

Il HDP è sempre stato il partito al governo in parlamento fino al Watan Taraqqiyoti Partito si è fusa con Fidokorlar nel mese di aprile

2000. La maggior parte dei membri di alto livello del governo sono membri del HDP.

Fidokorlar (Demokratik Partiyasi, Self-immolatori)

Iscrizioni: 61.000 (2004)

Chairman: Akhtam Tursunov

Fondato: 28 dicembre 1998

Adolat – Partito Social Democratico (Adolat Sotsyal Demokratik Partiyasi)

Iscrizioni: 50.000 (2004)

Chairman: Turgunpulat Daminov

Fondato: 18 febbraio 1995

UzLiDeP – Partito Liberal-Democratico

Iscrizioni: 135.000 (2004)

Chairman: Turgunpulat Daminov

Precedente presidente: Kabiljon Toshmatov (novembre 2003-maggio 2004)

Fondato: 15 novembre 2003

Milli Tiklanish – Partito Democratico dell’Uzbekistan

Iscrizioni: 50.000 (2004)

Presidente: Ibrahim Gafurov

Fondato: 9 giugno 1995

Partiti dell’opposizione

I partiti di opposizione sono vietati, quindi ufficialmente dobbiamo parlare di organizzazioni di opposizione. Questi partiti di opposizione hanno come principale obiettivo l’instaurazione della democrazia in Uzbekistan. Nessuno di loro parteciperà alle prossime elezioni.

Sia il partito Birlik che la lista Erk, infatti, non potranno partecipare alla corsa elettorale.

Written by sistemielettorali

23 dicembre 2009 a 16:16

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: