Sistemi elettorali

Quando chiude una libreria (La Repubblica – 27-08-2009)

leave a comment »


Quando chiude una libreria
cambia la clessidra della civiltà

La notizia del libraio milanese che dal primo settembre non riaprirà la sua libreria a Porta Romana mi fa venire in mente la discoteca di Marina di Gioiosa Jonica dove qualche giorno fa Fabrizio Corona ha rischiato di essere linciato. È un’associazione che sorprende me per primo, poi però comincio a capire. Nella mia testa i due posti sono collegati come le due parti di una clessidra.

Dall’ampolla superiore l’umanità si sgrana verso quella inferiore. All’inizio del processo sembrava tutto molto lento, ora che siamo verso la fine, gli ultimi granelli scendono sempre più veloci verso la base, ormai quasi satura. Cosa misura questa clessidra? Sarebbe banale dire il tempo di consunzione della civiltà? Le librerie sono luoghi familiari e confortevoli solo per i lettori. Per i non lettori le librerie sono luoghi che inquietano, destabilizzano, creano un profondo spaesamento. In altre parole, sono luoghi nemici.

Il libraio di Porta Romana chiuderà anche a causa della grande distribuzione, ma non solo. In realtà la ragione principale del suo fallimento è l’affermazione ormai conclamata di un’altra umanità. Prima i non lettori guardavano con soggezione e invidia coloro che leggevano, ora li guardano con disprezzo. Eccoli i lettori, miopi rimbecilliti, abbarbicati alle pareti dell’ampolla mentre di sotto, oltre la strozzatura, la festa impazza. Non si sono accorti che si può ottenere tutto e subito anche senza sapere nulla.

Soldi, pupe, fuoriserie, yacht, è tutto a portata di mano, non occorre leggere libri, basta essere furbi e intraprendenti. Nell’ampolla inferiore rivedo la discoteca di Gioiosa Jonica nel filmato caricato su YouTube: un brulicare di gente che attende smaniosa, coi telefonini puntati, il loro guru, un paparazzo con gli addominali scolpiti. Perché mai dovrebbero leggere quelle persone? Molti avevano con sé i bambini, hanno aspettato fino alle quattro di notte per mostrare Fabrizio Corona ai loro figli. Da grandi, leggeranno quei bambini? A me hanno insegnato: quando vuoi farti un’idea dello stato di salute di una città africana guarda se ci sono fognature; in una città europea guarda se ci sono librerie. Ai bambini di Gioiosa Jonica (e di Porta Romana) cosa insegneranno?

Mauro Covacich

Written by sistemielettorali

27 agosto 2009 a 13:12

Pubblicato su Attualità, libri

Tagged with ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: